Durante la visita del P. Generale Arturo Sosa alla Provincia dell’Ovest degli Stati Uniti, uno dei temi ricorrenti è stata la sfida di “servire una società fratturata che ha bisogno di riconciliazione”. Le divisioni delle comunità servite nella regione, uno dei punti principali sollevati nel discorso introduttivo del Padre Generale all’inizio del viaggio, è un problema che continua a crescere man mano che le comunità sono sempre più lontane economicamente, politicamente e filosoficamente. Il P. Sosa ha chiesto una maggiore collaborazione tra le opere dei gesuiti e una maggiore spinta per la riconciliazione, chiedendo ai gesuiti e ai loro partner nella missione di essere creativi nel rendere disponibili i loro ministeri a tutti... ma come sarebbe una tale collaborazione?

La Verbum Dei è una scuola superiore che esiste da 58 anni nella zona centro-meridionale di Los Angeles con poco più di 300 studenti del quartiere di Watts. Vent’anni fa la diocesi di Los Angeles ha invitato la Provincia a prendere in mano l’amministrazione della turbolenta scuola, che serve una zona della città economicamente depressa e incline alla violenza. Utilizzando il modello del “Corporate Work Study”, la Compagnia di Gesù ha trasformato la Verbum Dei in un’istituzione incentrata sulla comunità, con una percentuale di accettazione all’università del 100% che attira studenti da una comunità storicamente poco servita e poco rappresentata.

La Loyola High School è un istituto che esiste da 165 anni e che ha 1.200 studenti. Situata ad Harvard Heights, la Loyola High School è la più antica istituzione educativa a funzionamento continuo della California meridionale. Nota perché può annoverare tra i suoi studenti leader commerciali, politici, attori e atleti, la Loyola High attira studenti da più di 215 codici di avviamento postale in tutta la California meridionale. Sebbene alcune delle sue famiglie provengano dagli stessi quartieri della Verbum Dei, le 11,6 miglia che la separano da Watts sono un abisso culturale, un confine metaforico tra gli abbienti e i non abbienti.

Si è tentati di pensare a queste due scuole, entrambe apostolati della Provincia dell’Ovest degli Stati Uniti, come a due entità completamente diverse. Hanno storie diverse. Servono popolazioni molto diverse. Ognuna ha una cultura che sarebbe almeno in parte estranea nel campus dell’altra. Eppure, ispirati dalla chiamata del P. Generale alla collaborazione e alla riconciliazione, la Loyola High School e la Verbum Dei sono diventate, secondo le parole dei loro rispettivi presidenti, “un'istituzione, due sedi”.

Il P. Generale ha appreso dell’iniziativa di collaborazione quando ha visitato il campus della Loyola High School per un evento intitolato “Una conversazione con il Padre Generale Arturo Sosa, SJ”. All’evento si è riunito un gruppo di 15 studenti dell’ultimo anno, 9 della Loyola High School e 6 della Verbum Dei, insieme a docenti e personale amministrativo di entrambe le scuole. Gli studenti hanno presentato a turno diversi aspetti delle opportunità educative presenti nelle loro rispettive scuole. Ogni studente ha parlato della vita accademica, religiosa, sportiva ed extrascolastica della propria scuola, condividendo anche l’esperienza personale che ha avuto lavorando a fianco dei colleghi dell’altro campus per tutta la durata del progetto. Nelle parole di Ty’Jon James della Verbum Dei, “Ci siamo incontrati per la prima volta per lavorare a un progetto con degli estranei. Oggi ci riuniamo come fratelli.”

Nei prossimi anni, la Loyola High School e la Verbum Dei vedranno una collaborazione sempre maggiore tra loro. I gesuiti di entrambe le scuole vivono già nella stessa comunità. Un numero crescente di attività accademiche ed extrascolastiche saranno condivise tra le scuole. La Provincia sostiene un’iniziativa per riunire non solo gli studenti della Loyola e della Verbum Dei, ma anche le loro famiglie. In altre parole, “un’istituzione, due sedi” non sarà solo uno slogan, ma un mantra per una nuova era di collaborazione e riconciliazione.

Etichette: Padre Generale JCCU