Quattro giorni di visita del Superiore Generale in una Provincia gesuita dove, forse, la parola “riconciliazione” ha una risonanza più concreta che in altri luoghi. In passato i coreani hanno sofferto a causa delle guerre e del colonialismo; il loro paese è stato tagliato artificialmente in due parti a partire dagli anni Cinquanta; la Chiesa cattolica ha subito sanguinose persecuzioni. Il padre Sosa ha imparato molto sulla storia coreana e sui modi in cui i gesuiti della Provincia coreana hanno contribuito a cicatrizzare le ferite, a lavorare per la riconciliazione, a partecipare al vasto progetto dell’eventuale riunificazione della penisola coreana. L’incontro con la Corea è stato pieno di gioia e di speranza, come mostra il “riassunto in foto” di questi quattro giorni trascorsi laggiù. Prendetevi un momento per rendere grazie guardando la presentazione in immagini.

Etichette: Padre Generale JCAP