Durante le sue visite in varie Province gesuite qua e là nel mondo, il Padre Generale ha spesso l’opportunità di visitare i noviziati dove i giovani stanno muovendo i loro primi passi nella Compagnia di Gesù. Lo scorso dicembre, egli ha visitato uno dei più grandi noviziati, quello del Vietnam. Ma in questo campo, la Provincia dell’Africa Centrale è altrettanto degna di nota. Infatti, il noviziato di Kisantu, situato a circa tre ore di strada dalla capitale della RDC, Kinshasa, riunisce più di una trentina di novizi con il maestro dei novizi e i suoi assistenti.

Durante il suo incontro con i novizi - sei dei quali dell’Angola e gli altri della RDC - il Padre Sosa ha avuto l’opportunità di parlare nuovamente delle Preferenze Apostoliche Universali lanciate di recente, sottolineando come queste possano essere di interesse per le giovani generazioni. Ma soprattutto ha sottolineato quanto la "prima preferenza", quella che ci invita a indicare la via verso Dio, sia soprattutto un’esigenza per gli stessi gesuiti. La profondità spirituale di ogni gesuita è essenziale perché possa, attraverso gli strumenti che ha a disposizione come gli Esercizi Spirituali e la pratica del discernimento, toccare il cuore delle persone.

Il Padre Generale ha quindi detto ai novizi che dovrebbero cogliere l’opportunità che il noviziato offre loro di rafforzare il loro rapporto con Gesù Cristo, per approfondire la loro vita spirituale. Affinché le tappe successive della loro vita come gesuiti, sia quelle della formazione che quelle dei loro impegni apostolici, portino frutto, è quindi fondamentale la base spirituale stabilita nel noviziato.

Guardate l’album fotografico della visita del P. Generale al noviziato di Kisantu.

Etichette: Padre Generale Africa