È stato un evento memorabile: un’Eucaristia di ringraziamento presso la chiesa gesuita di Saint Joseph a Beirut, per commemorare il padre Frans van der Lugt. Esattamente cinque anni fa, il 7 aprile 2014, “Abouna Frans” (padre Frans, in arabo), come era affettuosamente conosciuto, è stato ucciso brutalmente a Homs, in Siria.

Il P. Arturo Sosa, Superiore Generale della Compagnia di Gesù, ha presieduto la celebrazione eucaristica, concelebrata da più di cinquanta sacerdoti. La chiesa era piena di persone di ogni estrazione sociale. Erano presenti, tra gli altri, vescovi in rappresentanza dei patriarchi maroniti e armeni, il presidente del Consiglio delle Chiese del Prossimo Oriente, rappresentanti di altre chiese e ordini religiosi, ex-alunni, collaboratori, amici e sostenitori dei gesuiti in Libano, alcuni dei quali avevano conosciuto personalmente Abouna Frans.

Il Vangelo della quinta domenica di Quaresima (Gv 8,1-11) trattava della donna adultera. Nell’omelia, il P. Sosa ha sottolineato come Abouna Frans abbia preso le parti di chi era distrutto e sopraffatto, dei peccatori e degli smarriti e, come un vero pastore, li abbia aiutati a riunirsi e tornare a Dio. È risaputo che, durante quasi cinquant’anni di ministero in Siria, quest'uomo santo ha sostenuto la vita di centinaia di persone, giovani e anziani, cristiani e musulmani, in ogni modo possibile e positivo. La forza motrice della sua vita era l’amore reciproco e l’amore di Dio.

L’Eucaristia è stata presieduta in inglese e comprendeva diverse parti in arabo e francese in risposta alla molteplicità delle culture presenti. La partecipazione dei fedeli di questo distretto parrocchiale a Beirut è stata considerevole. Dopo la Messa, il P. Sosa ha incontrato i vescovi e alcuni ospiti illustri e ha parlato con loro.

L’enorme rappresentanza di gesuiti presenti ha avuto un incontro privato con il P. Generale, sulle quattro Preferenze Apostoliche Universali (PAU) della Compagnia di Gesù. Attraverso una presentazione PowerPoint ben preparata, il padre Sosa ha invitato i gesuiti presenti non solo ad assimilare queste Preferenze, ma a fare il possibile per attuarle.

Un momento festoso e un breve servizio fotografico hanno chiuso una giornata ricca di eventi per tutti. Durante il programma, abbiamo potuto davvero sentire che lo spirito di Abouna Frans è ancora vivo!

Leggi l'omelia del Padre Generale.

Etichette: Padre Generale Libano