Il Generale incontra i centri sociali gesuiti, il cardinale di Manila e i gesuiti anziani

In occasione del 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il 10 dicembre 2018, il Padre Generale Arturo Sosa ha incontrato circa 60 rappresentanti dei più importanti centri sociali gesuiti nelle Filippine. L’incontro è stato condotto dal P. Patrick Falguera, Assistente provinciale per l’apostolato sociale, che ha presentato al Generale le criticità e le preoccupazioni dei centri sociali, tra cui la più significativa è stata l’“attacco alla fragile democrazia nelle Filippine” da parte di nientemeno che del suo governo. Gli interventi degli altri partecipanti si sono concentrati principalmente sulla guerra in corso del governo contro la droga che ha mietuto migliaia di vittime e sull’attacco del Presidente alla Chiesa filippina per minare la sua influenza morale sulla società filippina. In risposta, il Generale ha condiviso l’esperienza del suo Paese, il Venezuela, nella sua discesa verso l’autoritarismo. Ha anche sottolineato il distinto servizio che un apostolato sociale dei gesuiti può fare per il Paese: l’analisi sociale. “Abbiamo bisogno di analisi per essere in grado di compiere buone azioni”, ha detto. Ha anche sottolineato la necessità di una maggiore fede e speranza tra gli agenti sociali. Ha detto che dobbiamo credere che quello che stiamo facendo porterà davvero dei frutti. Il Generale ha concluso confermando il lavoro dei centri, dicendo che “i cristiani devono partecipare alla politica. I cristiani sono chiamati a diventare cittadini, a impegnarsi nello Stato, nel governo e a lavorare per il bene comune".

Nel pomeriggio, il Padre Generale ha fatto una chiamata di cortesia all’Arcivescovo di Manila, il Cardinale Luis Antonio Tagle, nella residenza di quest’ultimo a Intramuros, Manila. Erano presenti anche l’Arcivescovo Gabriele Giordano Caccia, Nunzio Apostolico nelle Filippine, il Vescovo Honesto Ongtioco della diocesi di Cubao, il Vescovo Mylo Vergara di Pasig e il Vescovo Pablo David di Kalookan. Il giorno precedente, il Padre Generale ha visitato l’Arcivescovo David a Kalookan, dove i gesuiti filippini avevano recentemente aperto una casa missionaria per sostenere l’Arcivescovo nel suo lavoro pastorale nel cosiddetto “epicentro” della violenta guerra alla droga del governo.

La giornata si è conclusa tranquillamente per il Generale con la celebrazione della Santa Eucaristia presso il Jesuit Health and Wellness Center (Centro per la salute e il benessere dei gesuiti), che ospita circa 25 gesuiti anziani e infermi provenienti da varie comunità gesuite delle Filippine. Alla cena che è seguita, i gesuiti anziani hanno espresso al Generale la commozione e la gratitudine per la sua visita.