Le università della Compagnia di Gesù dovrebbero essere “profondamente impegnate nei processi di riconciliazione”, ha detto il Padre Generale Arturo Sosa nel discorso che ha tenuto all’Associazione Internazionale delle Università dei gesuiti nella Basilica di Sant’Ignazio a Loyola, in Spagna.

Il Padre Sosa ha detto che la Compagnia di Gesù ha constatato che l’università è “uno spazio straordinario per mettere in pratica la missione ricevuta dal Vangelo e da esso ispirata, per promuovere in modo risoluto la giustizia sociale e la sostenibilità ambientale mediante il dialogo con culture e religioni”.

Riguardo all’apostolato intellettuale, il Padre Sosa ha detto che “il lavoro intellettuale è un apostolato quando viene condotto alla luce del sole, non chiuso in un cassetto o all’interno della sicurezza delle proprie certezze”.

Il Padre Sosa ha anche invitato le università dei gesuiti a rimanere fedele alla tradizione educativa dei gesuiti. “Essere fedeli alla nostra tradizione significa rispondere in maniera creativa ali segni del tempo”. Ha proseguito dicendo: “Sperimentare la tensione della fedeltà creativa è una forte richiesta del magis della spiritualità che ci ispira”. Per gestire queste tensioni, le università dei gesuiti contano su un’identità che li guida a “impegnare le persone a vivere in un mondo più umano, sostenendo la giustizia e la rinconciliazione tra gli individui, le popolazioni e l’ambiente”.

Etichette: Higher Education