In un’atmosfera di preghiera e discernimento, i membri del Consiglio allargato del Padre Generale si riuniscono alla Curia della Compagnia. Anche se le loro deliberazioni sono di carattere riservato, la Segreteria della Compagnia ha comunque reso note alcune delle tematiche di interesse per i membri del Consiglio Allargato. Va ricordato che questo Consiglio comprende, oltre agli Assistenti ad providentiam e agli Assistenti regionali, i sei Presidenti delle Conferenze dei gesuiti e i responsabili dei Segretariati della Curia.

Dopo la Messa di apertura presieduta dal P. Joaquín Barrero il lunedì mattina, l’incontro si è aperto con l’illustrazione di alcuni obiettivi generali. I membri del Consiglio Allargato del Padre Generale si riuniscono per offrirgli consigli per meglio attuare le Preferenze apostoliche universali per la missione della Compagnia. Questo permette di discutere le strutture favorevoli e le modalità per rafforzare le nostre relazioni con i diversi gruppi di persone che collaborano al lavoro della Compagnia.

Anche se le deliberazioni non sono pubbliche, come sempre avviene per le riunioni del Consiglio del Padre Generale, degli elementi dell’ordine del giorno possono essere resi noti. Si cercherà di chiarire il processo per far progredire la comprensione e l’attuazione delle Preferenze apostoliche universali. Ad esempio, si cercherà di trovare il modo più efficace per i Segretariati della Compagnia di collaborare alla diffusione delle Preferenze e alla loro attuazione. Si parlerà di come aiutare la Chiesa universale nel delicato tema della tutela dei minori e delle persone vulnerabili. Si parlerà anche del prossimo “Anno Ignaziano”, 2021-2022, in cui si commemorerà in particolare il 500° anniversario della conversione di Ignazio.

Il processo e il “modo di procedere” delle riunioni del Consiglio allargato è stato segnato negli ultimi anni dalla preghiera e più precisamente dal metodo della conversazione spirituale e degli scambi in gruppi linguistici. Il Padre Generale chiede il consiglio e il sostegno dei suoi consiglieri per specificare quali legami si possono creare tra le Preferenze che sono state definite e annunciate e l’appello alla conversione che esse implicano - sempre in relazione al prossimo “anno ignaziano” del 2021. In che modo, allora, le Preferenze apostoliche universali possono essere una chiamata alla conversione, sia personale che comunitaria?

Esplora l'album fotografico per scoprire il dietro le quinte del Consiglio allargato.

Etichette: Padre Generale