Il Padre Generale ha presieduto la Messa di chiusura dell’ultima sessione del suo Consiglio Allargato. La casula e la stola che indossava in quell’occasione rappresentano l’arte dei Warli. Sono stati dipinti da un artista Warli e gli sono stati regalati a Talasari, un avamposto di missione della Provincia di Bombay, India, durante la sua visita nel marzo del 2019.

I Warli sono una delle più grandi tribù dell’India, che vive a nord di Mumbai e a sud di Gujarat. La loro arte, creata dalle tribù stesse, è incentrata sul concetto di Madre Natura e sui suoi elementi. Gli artisti utilizzano un insieme di forme geometriche di base: il cerchio, il triangolo e il quadrato. Tradizionalmente, l’argilla è usata come supporto per le loro opere e la vernice è fatta con farina di riso.

L’omelia era focalizzata sul testo del capitolo 4 di San Luca: Gesù ritorna a Nazareth e, nella sinagoga del villaggio, è invitato a commentare il passo del profeta Isaia che annuncia un cambiamento radicale, un mondo nuovo.

Cliccate qui per leggere il testo completo dell’omelia disponibile in italiano e in spagnolo.

Etichette: Padre Generale