Il discernimento sulle preferenze apostoliche universali per i prossimi dieci anni e la rilettura delle fonti primarie della Compagnia di Gesù sono stati i più importanti temi dell’incontro che si è tenuto a giugno alla Curia Generalizia. Un’intera giornata è stata trascorsa nella lettura spirituale e riflessiva della Formula dell’Istituto, il testo fondamentale della Compagnia di Gesù.

Il Padre José García de Castro, un gesuita spagnolo ed esperto in spiritualità ignaziana e nelle Costituzioni della Compagnia, ha guidato una serie di meditazioni e riflessioni. Il Consiglio ha poi collegato le idee e le esperienze di Ignazio, nel XVI secolo, con i giorni nostri. La Formula dell’Istituto dice che i ministeri della riconciliazione sono uno dei temi fondamentali; e infatti la parola ‘riconciliazione’ è stata uno dei principali poli di interesse delle recenti Congregazioni Generali.

La 36ª Congregazione Generale ha chiesto di effettuare una revisione degli Statuti sulla povertà. In una sessione intitolata “Povertà dei gesuiti ieri e oggi”, abbiamo cercato un’ispirazione nelle nostre fonti (l’autobiografia di Sant’Ignazio; gli Esercizi Spirituali; le Costituzioni e il Diario Spirituale di Sant’Ignazio). Abbiamo poi proseguito esplorando una spiritualità della povertà ai nostri giorni.

Per tutta la settimana, è stato applicato il metodo della conversazione spirituale. Questo ha presupposto periodi di preghiera silenziosa individuale dopo la maggior parte delle ispirazioni seguite dalla condivisione in piccoli gruppi.

L’incontro ha avuto luogo da lunedì, 3 giugno, a venerdì, 8 giugno. Includeva membri del Consiglio del Superiore Generale insieme ai Presidenti delle Conferenze dei Provinciali. Erano presenti anche i segretari dei settori apostolici dell’Educazione Superiore, Secondaria e Pre-secondaria, di Giustizia ed Ecologia e della Collaborazione.

Etichette: Curia Discernimento